Io ho un nome. Una storia vera, di Chanel Miller

Tradotto nel 2019, per La Tartaruga, Io ho un nome. Una storia vera (titolo originale: Know My Name. A Memoir) racconta l’esperienza di Chanel Miller, vittima di aggressione sessuale nel campus della Stanford University nel 2015. Il racconto autobiografico descrive l’esperienza estenuante del processo e la lotta che una vittima deve affrontare contro il sistema e, soprattutto, contro se stessa.

Conosciuta come Emily Doe, ha stupito e incantato milioni di persone in tutto il mondo con una lettera indirizzata all’uomo che l’ha aggredita sessualmente: Brock Turner. Il processo non le ha reso giustizia, rivelando invece con quanta facilità in casi come questo la responsabilità e il danno ricadano sul più debole. La dichiarazione di Emily Doe, pubblicata su BuzzFeed e diventata immediatamente virale, ha trasformato il nostro modo di pensare la violenza sessuale. Ora, riappropriandosi del suo vero nome, Chanel Miller decide di raccontarsi. Un libro manifesto che sfida il lettore con una voce capace di cambiare il mondo.

Esprimi il tuo pensiero