Lettera al padre, di Franz Kafka

Tradotto nel 2022 per Rusconi Libri, Lettera al padre è un breve testo di Franz Kafka, di tipo autobiografico. (Di prossima pubblicazione)

Introduzione

La Lettera al padre, composta nel 1919, è l’unico testo di Franz Kafka dai contenuti esplicitamente autobiografici. Nella lunga missiva manoscritta, composta con l’intenzione (poi non realizzata) di spedirla al genitore, Kafka prende spunto da una domanda precisa fatta dal padre, cioè perché il figlio avesse paura di lui, per riflettere sulla relazione tra i due e, mediante questa analisi, sulla propria condizione. La lettera si configura come un’accusa contro l’educazione ricevuta dal genitore o, per essere più precisi, contro i metodi educativi impiegati dal genitore, che hanno portato il bambino a crescere con inquietudini che lo avrebbero accompagnato fino all’età adulta.

Kafka ha trentasei anni quando scrive la Lettera, due anni dopo aver scoperto di essere affetto da tubercolosi, malattia che all’epoca aveva frequentemente un esito fatale. Non meraviglia, perciò, che abbia sentito la necessità di riflettere sulla propria vita e sul rapporto difficile con un genitore che si colloca nella vita dell’autore come una figura imponente e fondamentale (più volte lo definisce “la misura di tutte le cose”).

Esprimi il tuo pensiero