I fatti loro#3: Le Storie & I Mondi

Nella terza intervista della serie I fatti loro, ho avuto il piacere di fare due chiacchiere con il bookblogger che cura il profilo
Le Storie & I Mondi.

Grazie per aver accettato di rispondere a qualche domanda.

Ciao, Francesco, e grazie a te. È un vero piacere oltre che un onore.

1 – Parlare di libri, recensirli, raccomandarli o meno, insomma, dare un giudizio su un testo comporta sempre che lo si sia letto prima. Perciò, la prima cosa che ti chiedo è come ti sei avvicinato alla lettura di narrativa fantasy e di fantascienza (se la leggi)?

Ogni aspetto del fantastico, dell’immaginazione, mi appassiona e non solo in ambito letterario. Mi avvicinai alla narrativa fantasy da adolescente, attraverso il gioco di ruolo e i film di genere dell’epoca. Per quanto riguarda la fantascienza, opere cinematografiche come la prima trilogia di Star Wars e Alien e il suo seguito ebbero per me un ruolo fondamentale, all’inizio.

2 – Qual è stato il primo libro del genere che hai letto e a che età?

Se parliamo di narrativa fantastica  tout court, il mio primo amore letterario è stato Gianni Rodari. Da bambino mi regalarono il suo Favole al Telefono e la sua immaginazione e il suo humour mi conquistarono da subito. Il primo romanzo fantasy che ho letto da adolescente è invece I Draghi del Crepuscolo d’Autunno di Margaret Weis e Tracy Hickman. All’epoca giocavo molto a Dungeons & Dragons e il mondo di Krynn e i protagonisti della serie di Dragonlance, basata su campagne realmente giocate, mi affascinavano moltissimo.

3 – Un classico: qual è il tuo autore fantasy preferito? E quale delle sue opere, se ne ha scritte più di una?

Personalmente non ho un autore o un libro preferito in assoluto ma più d’uno. Come sai bene, ogni autore davvero abile riesce a toccare a modo suo determinate corde della sensibilità di un lettore. Se però devo scegliere un solo nome, allora per importanza nella storia del genere, oltre che per complessità e ricchezza di visione e profonda umanità della sua persona, scelgo Steven Erikson.

4 – Dato che viviamo in tempi in cui è diffusissimo schierarsi in termini netti, quando hai deciso di iniziare a scrivere presentazioni e recensioni dei libri che hai letto, hai avuto qualche dubbio legato alla condivisione del tuo giudizio su un’opera?

Prima di creare il mio blog, ho scritto per molti anni su una rivista online, FantasyMagazine, in cui non mi occupavo solo di recensioni librarie. All’inizio si, qualche timore lo avevo ma è svanito col tempo e con l’esperienza. Nei casi in cui ho ricevuto critiche – a volte gratuite solo perchè la mia opinione, motivata, non veniva condivisa – ho sempre replicato con fermezza difendendo il mio punto di vista e la libertà di esprimerlo con i giusti modi e argomenti, cioè come ho sempre cercato di fare.

5 – Libro elettronico o cartaceo?

Entrambi. La comodità del libro elettronico è innegabile, credo. Ma se un romanzo letto in e-book mi conquista davvero, provo sempre il desiderio (quasi un dovere morale!) di possederne anche una versione cartacea.

6 – Un libro che è piaciuto a tutti ma non a te?

Il primo romanzo omonimo (in realtà un fix-up di racconti) della saga Fondazione, di Isaac Asimov: ricco di idee straordinarie, soprattutto se ne si considera il contesto storico, e giustamente celebrato come un classico del genere ma a mio avviso parecchio carente nella struttura narrativa e nella caratterizzazione di dialoghi e personaggi.

7 – Un libro che è piaciuto solo a te?

Autorità e Accettazione, rispettivamente secondo e terzo volume della Trilogia dell’Area X, di Jeff VanderMeer. So che molti lettori li considerano quasi incomprensibili e qualitativamente non paragonabili al primo libro, Annientamento. Secondo me sono parecchio diversi – più introspettivi e lisergici di quest’ultimo – ma non per questo inferiori.

8 – Dove ti possono trovare le persone in rete? Instagram, TikTok, blog, Facebook? Lasciaci pure i link ai tuoi profili.

Le Storie & I Mondi, il mio blog, è innanzitutto raggiungibile su WordPress all’indirizzo https://lestorieeimondi.wordpress.com ma è anche presente su Facebook , Instagram, Twitter e Goodreads.

9 – Sarai presente al prossimo Salone del Libro a Torino?

Purtroppo credo di no anche se mi piacerebbe molto. Ma mai dire mai!

10 – Un pensiero da lasciare a chi sta leggendo?

Non vergognatevi mai di leggere narrativa fantastica anche se la massa vi definisce lettori “di serie B” o adulti mai cresciuti. Mi riferisco soprattutto a quella letteratura di genere che oltre a offrirvi storie, personaggi e trovate avvincenti, vi spinge a riflettere, a mettere in dubbio ciò che siete e ciò che vi circonda. Perché questo è l’enorme potere dell’immaginazione  e, come tanti grandi autori, menti eccelse del livello di J.R.R. Tolkien, Ursula K. Le Guin e Neil Gaiman hanno affermato, è con esso che si può provare a capire noi stessi e cambiare la realtà in cui viviamo: nei tempi oscuri e incerti che stiamo attraversando, credo che il loro messaggio sia più che mai importante.

Esprimi il tuo pensiero